Ci sono corrispondenze che vanno via what’s app e altre via come pare a loro. Le foto le ha inviate what’s app, chiaro. 

Ma stanotte ho fatto un sogno, dove io e la mia fratella australe ce ne andavamo prima a vedere l’alba in mezzo alle montagne , 

puntando la sveglia alle 5:30. E dopo questa prima luce ci buttavamo su quelle della ribalta, ossia in una sala da cinema.Del sogno mi è rimasta stampata la luce. Quella che sorgeva dal buio della bruma e dagli abeti delle montagne. E quella che nel buio della sala di cinema permetteva alle immagini di formarsi.

C’è molta nostalgia e desiderio in questo sogno, rivolti a chi è lontano. C’è molta voglia di vedere cose insieme, luci vere e artificiali che siano. Perché condividere , sotto sotto, i romani lo sapevano è : “videre con”, vedere insieme.

 

 

 

Immagine in evidenza: luce.

A destra: Luci nella pineta boreale.

Sotto: Luci in una baia australe.